Mutuo Ristrutturazione: Cos’è e come Scegliere il Mutuo per Ristrutturare

Ristrutturare una casa può, a delle volte, essere più difficile che acquistarne una nuova. Ciononostante si potrebbe trattare anche della scelta più conveniente e giusta da fare: una ristrutturazione potrebbe anche essere la scelta più economica per realizzare l’abitazione dei propri sogni. Una casa ben ristrutturata può fornire dei risultati strabilianti ed essere fatta a regola d’arte: un vero e proprio gioiello! Prima di iniziare i lavori e trasformare l’abitazione in un palazzo reale (o quasi) si deve però richiedere il mutuo ristrutturazione, in modo da avere la sufficiente liquidità per farlo. Come dice anche il nome stesso, il mutuo ristrutturazione è quella tipologia di finanziamento riservata unicamente ai lavori di restauro di un appartamento/edificio. Questo finanziamento dev’essere stipulato con la banca, un altro istituto di credito oppure un terzo ente di finanziamento. In linea generale non è molto diverso dai prestiti generici o da quelli destinati all’acquisto dell’abitazione, pur includendo delle agevolazioni maggiori.

A seconda del mutuo, la durata del finanziamento può andare dai 5 ai 30 anni e il tasso può essere fisso, variabile oppure misto a seconda delle capacità del cliente, l’importo delle rate, la quantità di soldi presa, oppure la possibilità di sospendere il finanziamento. Tutti questi dettagli variano da banca in banca a seconda delle loro preferenze. In via generale, però, il valore finanziato non deve superare l’80% del valore totale della ristrutturazione. Rispetto all’acquisto dell’abitazione il mutuo è più conveniente quando l’immobile necessita di piccoli o medi interventi oppure quando servono degli interventi straordinari per ristrutturare, completamente o parzialmente, un edificio malridotto oppure antico. Altresì per questo genere di mutui sono previste diverse agevolazioni statali che si traducono nelle detrazioni Irpef che variano dal 50 al 65% rispetto al valore immobiliare per quanto riguarda interventi per la riqualificazione energetica, la rimozione di amianto o l’intervento di ristrutturazione per le opere di sicurezza nelle zone a rischio sismico.

Le tipologie di mutui di ristrutturazione

Il mutuo più richiesto è quello finalizzato alla manutenzione ordinaria o per delle piccole opere. Come dice anche il nome, si tratta del finanziamento erogato per permettere ai cittadini d’intervenire sulla propria abitazione per svolgere dei piccoli lavori. Le somme erogate in questo caso sono piccole e variano proporzionalmente all’entità del lavoro da svolgere. Quello per la manutenzione ordinaria è anche il mutuo più facile da ricevere. Quindi c’è il mutuo per la manutenzione straordinaria, concesso ai cittadini che hanno bisogno di svolgere degli interventi di ristrutturazione in extremis, toccando diverse superfici e con un’entità del lavoro molto grande. Le somme erogate in questo caso sono nettamente superiori a quelle erogate nel caso della manutenzione ordinaria, ma sono anche inferiori ai finanziamenti per le grandi opere.

I mutui per la ristrutturazione delle grandi opere sono certamente quelli più significativi. Tali finanziamenti richiedono delle somme davvero molto grandi, che spesso vengono “spalmate” su una durata di 25-30 anni per dare al cliente la possibilità di restituire il mutuo. I soldi del finanziamento possono essere utilizzati per ristrutturare l’immobile al suo completo, oppure essere destinati ad altre grandi opere. Si tratta sicuramente del mutuo più difficile da ricevere tra quelli citati. In base alla tipologia, allo stato di avanzamento dei lavori, alla difficoltà dei lavori e ad altri parametri, l’erogazione della somma potrebbe avvenire in un’unica rata o in più tranche.

Mutuo Ristrutturazione

Mutuo Ristrutturazione

Quali documenti servono

In base alla tipologia di mutuo che si vuole ottenere è richiesto seguire degli iter specifici ed è richiesta anche della documentazione particolare. In primis serve il preventivo dell’impresa che si occuperò dei lavori, nonché tutta la documentazione riguardante il progetto edilizio. Il cliente deve occuparsi dei documenti di denuncia d’inizio attività, fornire la documentazione riguardante il proprio reddito e avere il permesso di costruire. A questo si potrebbero aggiungere degli altri documenti, nella maggior parte dei casi opzionali.

Come scegliere il mutuo per ristrutturare casa

Il primo fattore da prendere in considerazione sono sicuramente i tassi d’interesse. Quelli più diffusi per le ristrutturazioni sono tassi fissi e tassi variabili. Il mutuo a tasso fisso è più vantaggioso, in quanto il tasso non cambia nel tempo e viene calcolato al momento della stipula del contratto. Non ci saranno sorprese e i clienti sapranno subito l’esatta somma di denaro che dovranno restituire. Il tasso d’interesse variabile, d’altro canto, varia in relazione al parametro Euribor (acronimo di Euro Interbank Offered Rate) e non resta costante nel tempo. Il tasso fisso, in genere, è più alto di quello variabile, ma non riserva sorprese di sorta; quello più basso si espone a diverse oscillazione che potrebbero riservare delle sorprese al cliente, ma è inferiore a quello fisso. Oltre a questo ci sono anche altri fattori da considerare: la durata, il numero di rate, il piano di ammortamento e così via. Se si devono confrontare diversi mutui tra di loro per scegliere il migliore, è possibile utilizzare molti servizi presenti sul web per trovare il mutuo migliore. Applicazioni, tool e siti dedicati saprebbero sicuramente risolvere il problema.

Articoli Collegati

Mutuo Prima Casa: Agevolazioni e Simulazione, cosa c’è da Sapere Nella vita arriva per tutti il momento in cui si desidera acquistare una prima casa, ma spesso a mancare è la disponibilità economica. Non avendo i fo...
BNL Mutui: i Migliori Mutui per l’acquisto della casa della Banca Nazi... La banca BNL del gruppo BNP Paribas è uno degli istituti finanziari più importanti d'Italia. Offre una vasta scelta di mutui per l'acquisto di una cas...
Mutuo Unicredit: Condizioni, Calcolo e Offerte dei Mutui Unicredit per lR... Negli ultimi anni, nonostante la crisi e nonostante le difficoltà per l'emissione di credito da parte degli istituti finanziari, molte giovani coppie,...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner