Veneto Banca, Arriva il nuovo pm: decolla l’inchiesta di Treviso

Prenderà il via a partire dal 18 settembre il lavoro della procura di Treviso, che andrà a gestire le numerosissime denunce da parte degli azionisti di Veneto Banca. Arriverà proprio quel giorno, a Treviso, il sostituto procuratore aggiunto che andrà a liberare il pm Massimo De Bortoli sul caso preso in esame.

Il nuovo procuratore è Vincenzo Russo, che si trasferisce da Potenza; a confermare la notizia è stato Michele Dalla Costa, procuratore, che poche settimane fa aveva già descritto la difficile situazione relativa soprattutto all’inchiesta sull’istituto di credito di Montebelluna.

Al momento, i militari della Guardia di Finanza sono già entrati in azione, lavorando proprio sulla banca in questione. Si stanno analizzando le numerosissime denunce che sono partire dai risparmiatori. Questi ultimi chiedono a gran voce giustizia, anche se resta alto il timore che si arrivi alla prescrizione e quindi alla cancellazione dell’inchiesta. In quel caso si spegnerebbero le speranze di recuperare migliaia e migliaia di euro che si sono volatilizzati a causa di investimenti in cambio di finanziamenti.

Russo entrerà in servizio subito nella procura che nel mese di novembre dovrebbe accogliere altri due magistrati. Al momento manca anche il dirigente del personale, oltre a un direttore amministrativo.

Tutti i contenuti di questo sito sono solo a scopo informativo e non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario.