Paradise Papers: i Conti dei Potenti nei Paradisi Fiscali

Non sono bastate le inchieste che hanno scosso la comunità internazionale appena un anno fa. I Panama Papers, che rivelavano gli oscuri giochi della Mossack Fonseca per dirigere un organizzato sistema di società offshore hanno già gettato un’ombra lunghissima sulla credibilità di molti personaggi noti, dal jet set, al calcio – Macri e Platini – alla politica. Ti ricordi il Primo Ministro inglese, David Cameron? La sua testa saltò poco dopo lo scandalo – a cui si aggiunse la Brexit – che investì in pieno la sua famiglia in quanto era coinvolto suo padre.

Ma il filone delle inchieste che riguardano i potenti del mondo e i paradisi fiscali in cui hanno deciso di depositare i loro risparmi non sembra destinato ad esaurirsi. Negli ultimi giorni è infatti emersa una nuova montagna di documenti, i Paradise Papers che svelano i nomi di altri personaggi noti, alcuni anche dal volto buono, impegnati in affari non del tutto trasparenti ed intestatari di conti e società alle Bahamas e alle Cayman dove la tassazione non supera il tetto del 5%.

Cosa sono i Paradise Papers?

13 milioni di documenti, una quantità impressionante di gigabyte di dati, in grado di svelare movimenti in un arco temporale che va dal 1950 al 2016. Questo è Paradise Paper, una inchiesta giornalistica che già dalle prime avvisaglie sembra destinata a fare molto rumore. Scopriamone insieme gli ultimi aggiornamenti.

Pochi giorni fa, la Suddeutsche Zeitung, una testata giornalistica tedesca a messo a disposizione dell’ICIJ – l’International Consortium of Investigative Journalists, che già si è occupato dei Panama Papers – una miriade di documenti prelevati dalla Appleby, specializzata nella gestione di attività finanziarie e società offshore. Per società Off Shore intendiamo una struttura istituita fuori dalle regole fiscali delle comunità economiche ed, anche se detenere una partecipazione in una società di questo tipo non costituisce di fatto un reato perseguibile dalla legge, si tratta di uno scandalo che ha una risonanza ampissima, soprattutto in un momento di crisi come questo, nel quale le contraddizioni tra l’eccesso di ricchezza e l’estrema povertà in cui versano alcune classi sociali trovano la loro esasperante conferma.

I personaggi noti coinvolti

Sono molti i potenti impattati dallo scandalo dei Paradise Papers; anche personaggi il cui coinvolgimento ci sarebbe sembrato impossibile. Bono Vox, ad esempio, possiede delle partecipazioni minoritarie in un centro commerciale lituano e in questo noin ci sarebbe nulla di sbagliato, se il cantante degli U2 non fosse un attivista politico che ha più volte sollecitato i governi ad abolire il debito nei confronti dei paesi in via di sviluppo. La regina Elisabetta II di Inghilterra, sembrerebbe aver investito in un fondo che è noto per lo sfruttamento delle persone dichiarate a basso reddito, attività che poco si confà al sangue blu della sua casata.

Paradise Papers

Paradise Papers

Le ultime voci parlano anche di un coinvolgimento del segretario al commercio Wilbur. L. Ross, che avrebbe investito in una azienda che risulta collegata al genero di Vladimir Putin, il premier russo. Ma l’inchiesta non si ferma qui; dalle indagini dei reporter emergono coinvolgimenti dello staff del Presidente USA – non a caso suo genero e consigliere Jared Kushner è nell’occhio del ciclone – e anche i nomi di alcuni personaggi noti nel panorama italiano, come Jose Maria Figureres, che si è occupato di trasferire i conti di una consociata di Enel spa nel Delaware, a causa delle poco profittevoli condizioni fiscali italiane.

Nel mirino dei giornalisti sono finiti anche il finanziere George Soros e la cantante Madonna, oltre che alcuni membri dello staff che ha portato all’elezione il presidente canadese Justin Trudeau; anche i grandi colossi come Apple e Nike non sono immuni dai Paradise Papers; alcuni documenti dimostrano tecniche messe in campo per aggirare la pressione fiscale in alcuni paesi in cui commercializzano i loro prodotti. La portata dell’indagine è ampissima e molto è ancora il lavoro da fare. Le indagini sono ancora in corso ma il clamore che hanno già suscitato in questi giorni non lascia spazio a dubbi di sorta: c’è un altro scandalo sotto al sole e saranno in molti a pagarne le conseguenze, soprattutto in termini di immagine. A temere maggiormente lo scandalo sono quei personaggi abituati a mostrare il loro profilo migliore alle telecamere e durante le interviste.

Articoli Collegati

Vaglia Postale: Cos’è e Come Funziona, Costi, Vaglia Circolare, Come F... Il vaglia postale: un modo semplice per trasferire denaro. Per disporlo non hai bisogno di un conto corrente e di nessun tipo di rapporto postale. Il ...
Fideiussione Bancaria: Cos’è, a Cosa Serve, limiti e come fare per Ott... Quando si parla di prestiti, si sente spesso parlare di fideiussione bancaria (o anche fidejussione), un'operazione finanziaria a cui si può ricorrere...
Domicilio Fiscale e Residenza Fiscale, qual è la differenza? Senz'altro ti sarai imbattuto più volte nei termini di Domicilio Fiscale e Residenza Fiscale e ti sarai accorto che, per quanto sembrino sinonimici, n...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner