Certificato Anamnestico per Porto d’Armi e Patente: come si ottiene, a cosa serve, costi e specifiche

Stai per diventre maggiorenne e vuoi prendere la patente? O forse invece la maggiore età l’hai ragginta da un pezzo e pensi di voler prendere il porto d’armi per motivi sportivi e/o di sicurezza personale? In entrambi i casi avrai bisogno di un documento chiamato Certificato Anamnestico, ma non preoccuparti, nonostante il nome complicato, non è particolarmente difficile ottenerlo; ma andiamo con ordine.

Cos’è il Certificato Anamnestico: è un documento, reso obbligatorio dalla legge 120 del 29 Luglio 2010, rilasciato dall’autorità medica e che attesta l’idoneità fisica e psichica al porto e all’utilizzo delle armi, alla guida di tutti i veicoli che si guidano su strada (motociclette, ciclomotori, automobili e mezzi pesanti), per i natanti (le barche) e anche per altre attività, ad esempio per ottenere il porto d’armi e per ottenere l’abilitazione professionale per le categorie KA e KB. In assenza di regolare rilascio, non è possibile ottenere la patente desiderata, il porto d’armi o l’abilitazione professionale richiesta.

E come puoi fare per ottenere il Certificato Anamnestico? Se ne hai bisogno per il rilascio o il rinnovo della patente, sia di guida che nautica, devi recarti al distretto sanitario, ovvero all’ASL di competenza (oppure, se si appartiene all’Esercito o a un Corpo dello Stato, dal medico di competenza del proprio Corpo di appartenenza), o dal tuo medico curante presentando i seguenti documenti fotocopiati:

  • Documento d’identità valido, cioè non scaduto.
  • Codice fiscale valido, ovvero la tessera sanitaria.
  • Ricevuta del pagamento di 40,99 euro, da versare sul conto corrente postale numero 4028 e intestato a “DipartimentoTrasporti Terrestri”.
  • Marca da bollo di 16 euro.
  • Una autodichiarazione relativa allo stato di saluto, recante indicazione riguardo ed eventuali patologie croniche di cui si soffre.
  • Esami medici, se richiesti dal medico che si occupa della pratica, riguardanti lo stato di avanzamento di particolari patologie, come ad esempio il diabete.

Oltre al costo per bolli e versamenti, bisogna sostenere un’altra spesa, quella relativa al rilascio de documento, che varia in base all’autorità medica alla quale ci si rivolge:
– Se ci reca alla ASL, la somma da pagare sarà pari a 30 euro.
– Stessa cifra per quanto riguarda il certificato rilasciato dai medici del Ministero della Sanità.
– Variabile il costo se ci si rivolge al proprio medico di famiglia, che può rilascire il certificato solo ai propri assistiti, dove si può arrivare a pagare anche più di 100 euro; conviene quindi chiedere al proprio medico la tariffa applicata e in caso di costo sensibilmente superiore ai 30 euro, scegliere una delle due opzioni precedenti.

Ci sono poi casi particolari per i quali il certificato anamnestico può non essere concesso? Certo che sì, pensiamo ai soggetti tossicodipendenti o affetti da malattie psichiche, neourologiche o da gravi patologie invalidanti come il già citato diabete, le malattie cardiovascolari ed endocrine: il medico, a sua discrezione, può decidere di non rilasciare il certificato o di richiedere esami particolari, inclusi quelli tossicologici.

Questo per quanto riguarda il certifica anamnestico necessario per la patente, ma per il porto d’armi? Per il primo rilascio e per il rinnovo? Le procedure sono uguali e i documenti da presentare sono gli stessi, così come sono i medesimi i medici a cui ci si può rivolgere. L’unica differenza, è che se il certificato viene richiesto per la sola detenzione di armi, la marca da bollo da 16 euro non è necessaria. Questo è tutto quello che devi sapere sul certificato anamnestico, ora puoi iniziare a preparare i documenti necessari per ottenerlo.

Articoli Collegati

Concorsi Pubblici 2018: Assunzioni, Nuove Regole e Tutte le Informazioni sui... Interessanti novità per le assunzioni nel pubblico impiego: saranno disponibili quasi 8000 posti di lavoro attraverso concorsi pubblici nel 2018 e, in...
Legge 104: Come Funzionano Benefici e Permessi e Come fare Domanda Se nel tuo nucleo familiare c'è una persona affetta da una grave disabilità che ha bisogno del tuo sostegno materiale e del tuo aiuto, oppure se tu st...
NASPI, come funziona l’Indennita di Disocuppazione: Requisiti, Importi... Il mondo del lavoro rappresenta a tutt'oggi un'incognita, spesso chi possiede un'occupazione si ritrova a dover far fronte ad improvvisi licenziamenti...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner