Fondimpresa: Scopri il Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua di Confindustria

In un mondo in continua evoluzione, con attività lavorative sempre nuove e moderne, la formazione nel sistema lavorativo, acquista un valore enorme per il lavoratore dipendente di una azienda. Modernizzare le competenze del dipendente, permettendogli di intraprendere nuovi percorsi professionali, porta indirettamente a vantaggi economici non solo per l’azienda per cui il lavoratore svolge la propria attività, ma anche per l’azienda stessa, la quale avrà quindi dipendenti aggiornati e capaci di essere competitivi verso le novità del mercato e la concorrenza. La formazione però ha un costo e spesso le aziende di piccola o grande dimensione, non riescono ad affrontare le spese necessarie al fine di modernizzare e migliorare le capacità lavortive dei dipendenti. Le imprese private ormai dal 2009, possono ormai attingere a un fondo per lo sviluppo e la formazione dei lavoratori. Il fondo per la formazione nasce dalla legge 236 del 93, sugli interventi urgenti a sostegno dell’occupazione, viene istituita la tassazione del 0,30% che automaticamente viene sottratta dallo stipendio mensile di ogni dipendente, sia di azienda pubblica o privata.

I fondi interprofessionali: quali sono presenti in Italia

I fondi professionali istituiti al fine di promuove la formazione e i corsi di aggiornamento delle aziende in tutti i settori, rappresentano una forma di opportunità di cui ogni azienda, che aderisce al fondo può disporre per finanziare piani di formazione, necessari agli aggiornamenti e alla modernizzazione del personale. I fondi per la formazione professionale hanno come obiettivo, quello di potenziare gli investimenti necessari alla formazione e di rendere il procedimento dell’organizzazione dei corsi più semplice. Inoltre essi non hanno nessun costo aggiuntivo per l’impresa, dato che il contributo al fondo, funziona in maniera diretta con il versamento di una quota mensile all’INPS. I fondi di maggiore importanza a livello nazionale sono Fondoipresa e Fondoitalia, ambedue creati da Confindustria.

Il meccanismo di accumulo

E’ stato istituito un versamento obbligatorio pari al 0,30% all’INPS finalizzato esclusivamente alla formazione. Ogni dipendete, aderisce obbligatoriamente a tale versamento, dato che viene automaticamente detratto dalla sua busta paga direttamente dall’azienda e versato all’INPS. Se l’azienda decide di aderire a uno dei Fondi per la formazione, allora dopo la sottoscrizione del fondo, tale percentuale sarà versata non all’INPS, ma direttamente sul fondo di riferimento e potrà essere utilizzata da quell’azienda al fine di promuovere corsi di formazione e aggiornamento per i propri lavoratori. I numeri sono enormi, basta considerare che il Fondoimpresa di Confindustria, il principale fondo per la formazione, nell’anno in corso ha accumulato quasi 270 milioni di euro da destinare alla formazione di tutte le aziende.

Fondimpresa di Confindustria

Il Fondoimpresa è il più grande fondo interprofessionale per la formazione continua in Italia. Ne sono iscritte più di 129.500 imprese, appartenenti alla categorie di piccola impresa pari quasi all’88%, media impresa per il 9,4% e grande impresa per l’1,7%, con un numero di lavoratori pari a quattro milioni. Fu costituito da Confindustria , Cgil, Cisl e Uil. Anche se il Fondoimpresa abbraccia la formazione di tutte le imprese in ogni settore, principalmente l’adesione è dell’industrie manifatturiere, di quelle delle costruzioni, commercio e attività immobiliari. Seguono il noleggio, l’informatica e i servizi alle imprese e infine in coda i trasporti. L’obbiettivo è quello di rendere la formazione più efficace per le aziende e permettere la creazione di corsi di aggiornamento in modo più semplice e gratuito. Le risorse del fondo vengono erogate alle aziende attraverso due canali di finanziamento: Il Conto formazione e il Conto Sistema.

Fondimpresa

Fondimpresa

Il conto di sistema

Il conto di sistema è un conto comune a più aziende, finalizzato ad accumulare risorse economiche, al fine di organizzare piani formativi comuni, in un determinato settore di attività e in un ambito territoriale circoscritto. Si rivolge principalmente alle imprese di piccole dimensioni che in questa maniera vengono aggregate al fine di utilizzare le risorse del fondo. Il 26% delle risorse versate nel Fondoimpresa, affluiscono all’interno del conto sistema. Il procedimento attraverso il quale si partecipa a un finanziamento è quello dell’avviso. Sul sito di Fondoimpresa vengono pubblicvati avvisi di creazione di corsi di formazione a cui possono aderire più di un impresa con i propri lavoratori.

Il conto formazione

Il conto formazione è una novità entusiasmante del sistema di Fondoimpresa e d è una sua specifica caratteristica. E’un conto personale di ogni azienda, nel senso che nel momento in cui un’impresa decide di aderire al fondo di Confindustria, può decidere di versare il suo 0,30% direttamente sul conto formazione creato da Fondoimpresa a favore dell’ azienda. Su questo conto vengono versati l’80% dei contributi. L’azienda potrà fare richiesta a Fondoimpresa per utilizzare i soldi versati al fine di attivare corsi di formazione e aggiornamento per i propri dipendenti.

Articoli Collegati

Che cos’è l’helicopter money e come può cambiare l’economia in crisi?... Lo dice il Wall Street Journal e l’idea sembra essere strettamente legata al futuro più prossimo dei Paesi europei: sembra infatti che l’intenzione si...
Lavorare in Banca: Requisiti, Concorsi e Perchè Lavorarci Per lavorare in banca sono richiesti diversi requisiti di cui il primo risulta essere il titolo di studio.  Quello maggiormente indicato è rappresenta...
Helicopter money inefficace in Europa? Da settimane e settimane si è chiamata in causa l’ipotesi Helicopter money per rimettere a lucido le banche centrali, ma siamo proprio sicuri che sia ...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner