Ecobonus per la Riqualificazione Energetica: le novità nella legge di Stabilità 2018

Proprio pochi giorni fa il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha espresso la volontà del Governo di rivedere il sistema di detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica, i cosiddetti ecobonus. Le nuove misure dovrebbero entrare in vigore con la nuova legge di Stabilità 2018. Il Ministro Galletti ha parlato degli incentivi fiscali per i lavori di riqualificazione energetica durante la fiera dedicata alla ceramica e all’arredobagno che si è tenuta a Bologna fino al 29 settembre. Galletti ha confermato la bontà dello strumento degli ecobonus, che hanno riscosso un notevole successo, come a riportato anche il sito specializzato sulla tematica del fotovoltaici www.batteriadomestica.it, con un sensibile incremento degli investimenti mirati all’efficientamento energetico. Se hai intenzione di effettuare anche tu dei lavori mirati a migliorare la resa energetica della tua abitazione, per esempio, potrebbero interessarti le novità che, a detta di Galletti, verranno introdotte con legge di Stabilità 2018.

Le novità per la riqualificazione energetica

Le ultime notizie al riguardo parlano di nuovi incentivi, anche se per il momento nulla è definitivo, ma soprattutto di una rimodulazione degli ecobonus. Vediamo comunque quali saranno le novità principali.

  1. Nuovi sgravi fiscali per l’incremento del verde privato e condominiale.
  2. Incentivi per la rimozione dell’amianto sui tetti.
  3. Revisione delle aliquote di incentivazione

Il Governo ha intenzione di premiare chi ottiene i risultati migliori, per quanto riguarda il risparmio energetico ottenuto con gli interventi finanziati dagli ecobonus. È allo studio quindi un sistema che premia i più virtuosi con una maggiore percentuale di detrazione fiscale, valutando l’impatto ottenuto sia sulle emissioni nocive che sugli obiettivi energetici. Se sei interessato all’argomento, alla fine dell’articolo riportiamo anche alcune critiche che sono state fatte al nuovo sistema, almeno allo stato attuale delle notizie circolate.

Prevista anche la proroga degli ecobonus precedenti

Naturalmente non si parla solo di novità, per quanto riguarda la legge di Stabilità 2018, ma anche della proroga di vari interventi che danno diritto agli ecobonus, per il momento confermati solo fino al 31 dicembre 2017.

  • Schermature solari e impianti di climatizzazione: È prevista la proroga a tutto il 2018 della detrazione del 65% delle spese sostenute per l’acquisto e la messa in opera di schermature solari e impianti di climatizzazione invernale, a condizione che siano provvisti di generatori di calore con alimentazione proveniente da biomasse combustibili.
  • Condomini: La legge di Stabilità 2018 prorogherà fino al 31 dicembre 2021 le detrazioni fiscali relative agli interventi di riqualificazione energetica realizzati sia sulle parti comuni degli edifici condominiali che sulle singole unità abitative. In questo caso gli ecobonus prevedono una percentuale di detrazione fiscale che può arrivare anche fino al 75%. Il valore dell’incentivo dipende da quanto incidono gli interventi effettuati sulla prestazione energetica dell’immobile o dell’edificio, sia durante la stagione estiva che in quella invernale.
Ecobonus e Riqualificazione Energetica

Ecobonus e Riqualificazione Energetica

Gli ecobonus in attesa di proroga

La legge di Stabilità 2018 dovrebbe prorogare anche gli ecobonus relativi a tutta una serie di interventi capaci di impattare sui consumi energetici e di aumentare la consapevolezza degli utenti sulla natura dei consumi stessi. Quest’ultimo punto è particolarmente importante. Capire dove va a finire l’energia che consumiamo non può che aiutarci ad eliminare gli sprechi e quindi ad ottenere quello di cui abbiamo bisogno ma con un consumo inferiore di energia e di conseguenza anche con una bolletta più leggera. Vediamo quali sono gli ecobonus in attesa di proroga.

  • Abbattimento del fabbisogno energetico per il riscaldamento di immobili ed edifici.
  • Miglioramento della resa termica.
  • Acquisto e messa in opera di un impianto di pannelli solari per la produzione di acqua calda o la realizzazione di un impianto solare termodinamico.
  • Acquisto e installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza di riscaldamento e condizionamento.
  • Apparecchi per la produzione di acqua calda.

I dubbi sui nuovi ecobonus 2018

Anche se il Ministro Galletti ha parlato con toni trionfalistici del sistema degli incentivi fiscali per la riqualificazione energetica, esprimendo la convinzione che il Governo vuole continuare a premiare chi effettua lavori che portano ad un risparmio nei consumi, qualcuno ha storto il naso. Il nuovo sistema di incentivi mirato a premiare maggiormente chi ottiene l’impatto più importante sui consumi di un edificio o di un immobile in generale, potrebbe infatti danneggiare i piccoli interventi, a favore invece dei lavori di più ampia portata, come quelli messi in atto dalle aziende. Insomma, in assenza di importanti risorse aggiuntive, i nuovi ecobonus 2018 potrebbero finire nelle mani di pochi e premiare meno il cittadino comune che effettua lavori di riqualificazione energetica nella propria abitazione.

Articoli Collegati

Vacanze 2018: scopri i traghetti per la Sardegna Vogliamo fornirti alcuni suggerimenti per viaggiare in sicurezza andando a risparmiando tempo e denaro. Stai organizzando un viaggio in traghetto per ...
Come Fare soldi e Guadagnare Online: Strategie, Idee e Consigli Utili Un numero sempre più elevato di persone è alla ricerca di soluzioni per guadagnare online: ecco alcune ottime idee che puoi sfruttare se anche tu vuoi...
Certificato Anamnestico per Porto d’Armi e Patente: come si ottiene, a... Stai per diventre maggiorenne e vuoi prendere la patente? O forse invece la maggiore età l'hai ragginta da un pezzo e pensi di voler prendere il porto...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner