Come Risparmiare Soldi: Strategie e Consigli per Farlo Facilmente

Il risparmio ha sempre avuto un ruolo centrale nella storia economica, e continua ad averne nel complesso mondo odierno. I venti della globalizzazione, la volatilità dei mercati, le innovazioni, la flessibilità e la precarietà del nuovo mercato del lavoro impongono una riflessione su come risparmiare e farlo in modo efficiente. Il risparmio ha essenzialmente due scopi fondamentali per la vita delle persone. In un primo stadio, accumulare ricchezza per far fronte ai momenti di difficoltà e agli imprevisti; durante questa prima fase in genere il risparmio è generato da redditi attivi e rinunce, più o meno rilevanti.

In un secondo stadio, più maturo, può ottemperare alla generazione di redditi passivi, che a loro volta genereranno altro risparmio (più grande è la ricchezza, maggiore è la tesaurizzazione). Andiamo dunque a elencare, per grado, le attività appropriate per risparmiare per un risparmio corretto e proficuo.

Redirigere un Budgeting

Il primo passo è redigere un budget delle spese. Non si tratta di un’operazione complessa e abbiamo strumenti validi ad assisterci, come un semplice foglio elettronico excel. Nel budgeting dobbiamo elencare tutte le spese a cui siamo soggetti, distinguendo tra spese fisse e variabili. Alcune spese fisse (per esempio il fitto di casa) sono irrinunciabili, mentre tutte le altre devono essere eliminate se si intende massimizzare l’obbiettivo di risparmio. A tal proposito conviene sia da un punto di vista pratico sia da un punto di vista mentale, fissare un obbiettivo temporale per scegliere con serenità cosa tagliare e cosa mantenere.

Frugalità e Qualche Rinuncia

La prima parola d’ordine dev’essere la limitazione delle spese variabili, in particolare delle spese quotidiane, adottando uno spirito frugale e meno consumistico. Li Ka-Shing, uno degli uomini più ricchi del pianeta con un patrimonio stimato in oltre 35 miliardi di dollari, ha dichiarato che usava spendere per le spese di sussistenza solo il 30% dei propri introiti mensili: è un obbiettivo ambizioso, forse troppo nel mondo occidentale viste abitudini alimentari e costo della vita; in ogni caso anche attestarsi su un 35% / 40% sarebbe un risultato considerevole e liberebbe ingenti risorse per tutte le altre voci di bilancio. Volendo, è fattibile risparmiare quasi su tutto, dalla spesa (redigete una lista con gli acquisti indispensabili) al caffè! Inoltre spendete il minimo indispensabile per alcune tipologie di beni: 1) beni destinati a forte e immediata svalutazione ( smartphone, televisori, computer) 2) beni che generano una mole imponente di spese fisse e variabili, l’esempio principe è quello dell’automobile (parcheggio, manutenzione, bollo, assicurazione).

Con le prime somme risparmiate si conseguirà un obbiettivo primario: l’estinzione dei debiti, se presenti. Il debito va combattuto ed eliminato il prima possibile, perché obbliga al pagamento di interessi passivi, che tanto dannosi quanto inutili, saranno l’unica rinuncia davvero piacevole.

Come Risparmiare Soldi

Come Risparmiare Soldi

Investire il Capitale Accumulato

Warren Buffett dice “chi differenzia vuol dire che non sa esattamente cosa sta facendo”. Rispettiamo la parola dell’Oracolo, ma noi abbiamo appena accumulato un capitale minimo, stiamo iniziando a investirne una percentuale (preferibilmente non oltre il 50%), e dunque inizialmente costruiremo un portafoglio di investimenti differenziato e con rischi esigui (40% conti deposito, 35% obbligazioni, 15% di azioni, 10% operazioni ad alto rendimento ma esposte a rischi significativi, come trading finanziario e criptovalute). Se hai delle somme da investire da questo punto di vista guarda Moneyfarm che potrebbe fare al caso tuo. Dopo l’esplosione della bolla di inizio millennio, poca fortuna stanno avendo gli investimenti immobiliari, comunque visti i tassi estremamente favorevoli, potrebbe essere profittevole attuare una vecchia tattica: comprare con un mutuo un appartamento, affittarlo e ripagare la rata mensile grazie alla pigione.

Iniziare a investire non vuol dire poter smettere di risparmiare, non ancora almeno: il nostro piccolo capitale dovrà ancora essere incrementato in gran parte dai nostri redditi attivi (il lavoro), dal risparmio stesso, e solo in minima parte dai piccoli profitti generati dagli investimenti. Solo in seguito, quando avrà assunto maggiore consistenza, il nostro capitale potrà essere investito nell’attività più consona, e nella generazione di ingenti redditi passivi, che allora e solo allora diverranno la nostra fonte primaria di risparmio, innestando uno schema virtuoso.

Articoli Collegati

Quanto costa aprire la partita iva? L’apertura della Partita IVA viene resa necessaria da esigenze imprenditoriali o a seconda del tipo di professione svolta, è un elemento richiesto dal...
Banche Solide: Ecco la Classifica delle Banche Italiane più Sicure e Affidab... In un momento storico in cui la crisi sembra essere la regola e non l'eccezione siamo sempre più portati a valutare, con molta attenzione, a quale ban...
Ignazio Visco lascerà la guida della Banca d’Italia Con una mozione a sorpresa oggi il Partito Democratico ha presentato una mozione contro il rinnovo del mandato al governatore uscende della Banca d'It...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner