Testo Unico Bancario: Cos’è, cosa Specifica e Dove si può Trovare

Il Testo Unico Bancario, anche chiamato TUB, è il testo che raccoglie l’insieme di leggi e norme che regolano il settore creditizio. Entrato in vigore ad inizio ’94 ha sostituito il vecchio e ormai datato sistema di regolamentazione del 1936, letteralmente riformando in modo radicale il nuovo modo di vedere l’istituzione bancaria.

Il TUB è composto da 162 articoli suddivisi in 9 capitoli, cosiddetti titoli, ognuno riguardante un ambito specifico della materia bancaria, anche se naturalmente non sono mancate modifiche o abrogazioni vista l’evoluzione degli strumenti e di tutto l’universo bancario in generale, come l’ultimo decreto legislativo di dicembre 2017. La prima sezione è dedicata agli organi che governano il sistema creditizio, come il Ministero dell’economia e delle finanze e la Banca d’Italia, specificando il loro compito e i loro poteri.

Il secondo titolo tratta di tutta l’attività bancaria in generale e della distinzione tra banche stesse, una sezione piuttosto ampia è riservata all’attività di vigilanza e controllo che la Banca d’Italia esercita nei confronti delle banche. Altri temi affrontati e regolamentati dal Testo Unico Bancario sono quelli sui soggetti operanti nel sistema bancario e finanziario, sulla trasparenza delle condizioni e dei rapporti con il cliente, sulle sanzioni in caso di trasgressioni o sulle specifiche disciplinari in materia di emissione di strumenti finanziari.

La nuova Banca vista dal TUB

Fino al 1992 le banche erano considerate come delle istituzioni pubbliche, la prima rivoluzione introdotta dal TUB consiste nello stravolgimento di questa concezione. La banca diventa società per azioni o cooperativa e questo amplia di molto il loro potere di azione e la loro possibilità di aprire nuovi mercati, sia italiani che esteri. Indubbiamente la nuova banca vista dal Testo Unico Bancario ha uno spirito più imprenditoriale con la possibilità di raccolta del risparmio sulla propria clientela, inoltre la concorrenza proveniente dall’estero ha favorito la creazione di grandi gruppi bancari che hanno proposto ai propri clienti prodotti sempre più vantaggiosi e convenienti.

Il rapporto tra Banca e cliente

Tra le aree che il TUB regolamenta c’è quella di controllo sul rapporto tra istituzione bancaria e cliente, vigilando sulle prime in favore dei secondi. Per un sistema sempre più complesso e articolato, si sono perciò rafforzati i poteri di vigilanza con lo scopo di tutelare i risparmiatori, così come sono state rese necessarie nuove aggiunte e approfondimenti per una materia in continua evoluzione. Per uno studio più approfondito e un consultazione integrale del Testo Unico Bancario basta andare sul sito del Ministero dell’economia e delle finanze e scaricarne una copia in formato pdf.

Articoli Collegati

Le Banche più Sicure in Italia: ecco Quali Sono Fondamentalmente, per via della crisi economica che da qualche anno a questa parte attanaglia il nostro Paese, sono sempre di più coloro che si chiedo...
Arbitro Bancario Finanziario: Cos’è e come Farvi Ricorso Quando si hanno delle controversie con la propria banca spesso e volentieri si decide di procedere per vie legali contattando direttamente un tribunal...
Banche Solide: Ecco la Classifica delle Banche Italiane più Sicure e Affidab... In un momento storico in cui la crisi sembra essere la regola e non l'eccezione siamo sempre più portati a valutare, con molta attenzione, a quale ban...

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

banner