Come Compilare un Assegno Bancario: Guida alla Compilazione Corretta

Quante volte hai compilato un assegno bancario? Pur trattandosi di una normale procedura ben nota alla maggior parte di noi, possono sorgere dei dubbi che rischierebbero all’operazione di non andare a buon fine. Basta infatti un piccolo dato inserito male oppure un campo lasciato inavvertitamente in bianco per bloccarne il pagamento. Per non commettere errori ecco allora una breve guida che vi spiegherà, passo dopo passo, come compilare un assegno bancario in maniera corretta.

Innanzitutto occorre indicare luogo e data di emissione nell’apposito campo posizionato in alto a sinistra. Queste indicazioni sono molto importanti per determinare se si tratta di un titolo su piazza o fuori piazza, oltre che per stabilire i tempi di scadenza dell’assegno. Se si tratta di un assegno emesso nello stesso comune della banca il tempo a disposizione per presentarlo all’incasso sarà di otto giorni, mentre se si tratta di titolo emesso fuori piazza il beneficiario potrà incassarlo nei quindici giorni lavorativi successivi.

Sulla parte destra invece troviamo lo spazio dove deve essere indicato l’importo dell’assegno in cifre. La cifre deve essere comprensiva anche di decimali, da indicare separati con una virgola (ad esempio € 850,00 oppure 850,20). Nella riga sottostante dovremo indicare l’importo in lettere. Anche in questo caso è obbligatorio prevedere i decimali, che dovranno essere indicati separati da una barra e sotto forma di numero (ad esempio trecento/15).

Nello spazio dedicato al beneficiario dovremo indicare il nominativo della persona o dell’azienda a cui effettuiamo il pagamento. Nome e cognome del beneficiario dovranno risultare scritti in forma leggibile, pena la nullità dell’assegno. L’ultimo spazio in fondo a destra infine è destinato alla firma di colui che da incarico alla propria banca di pagare la somma indicata nel titolo, ovvero il correntista. Perchè l’assegno sia valido la firma deve coincidere con quella depositata in banca al momento dell’apertura del conto corrente.

Compilare Assegno

Compilare Assegno

Gli assegni rilasciati ai correntisti dalle banche oggi portano tutti la dicitura “non trasferibile”. La clausola, prevista dalle norme antiriciclaggio, implica che ad incassare l’assegno debba essere obbligatoriamente il soggetto a cui è stato ceduto. Non è più possibile infatti, come in passato, trasferirlo ad altri attraverso una firma sul retro per girata.

L’emissione di blocchetti di assegni con la dicitura prestampata è stato previsto a seguito dell’entrata in vigore del D,L, 112/08, che ha imposto tale dicitura per tutti gli assegni di importo superiore a € 12.500. È comunque possibile farsi rilasciare dalla propria banca assegni privi della clausola, mediante pagamento di un’imposta di bollo di € 1,50. Se però l’assegno prevede il pagamento di un importo superiore a quello stabilito dalla legge per gli assegni liberi, colui che lo ha emesso incorrerà in una sanzione che può arrivare fino al 40% dell’importo stesso.

Articoli Collegati

Assegno Circolare: Cos’è, Come Funziona e Compilarlo L’assegno circolare è un titolo di credito emesso dalla tua banca (in quanto emittente); garantisce la possibilità di pagare una determinata somma di ...
Conto Corrente Base: Come Funziona e Come Aprire il Conto Corrente Low Cost ... Con il decreto n. 70 del 3 maggio 2018 è stata data attuazione alla direttiva comunitaria che impone a banche e poste, di offrire a quella fascia di p...
Assegno di Traenza: a Cosa Serve e Quando Utilizzarlo Hai sentito parlare di una forma di pagamento chiamata assegno di traenza ma no sai di cosa si tratta? Niente paura. Di seguito ti spiegheremo in che ...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner