Assegno Non Trasferibile: Cos’è, a Cosa Serve e Come Funziona

L’assegno non trasferibile è un metodo di pagamento che viene utilizzato per poter corrispondere una somma di denaro: esso ha determinate caratteristiche, diverse da un assegno classico. Ecco che cos’è, a cosa serve e come funziona l’assegno non trasferibile.

L’assegno non trasferibile è un tipo di assegno che viene utilizzato per poter effettuare un pagamento su cui si appone la clausola di non trasferibilità. In poche parole l’assegno diventa nominativo e non può essere ritirato da un’altra persona. Solo chi ne beneficia può riscuotere l’assegno e girare la cifra direttamente sul proprio conto corrente. Bisogna specificare che esiste anche un limite di trasferibilità: infatti non è possibile applicare il vincolo su una somma maggiore di 1.000 euro. Questa cifra è cambiata moltissimo durante gli anni, ma ultimamente per evitare problemi è stata fissata ad una quota abbastanza bassa. Esiste anche un altro tipo di assegno, ovvero quello barrato: questo potrà essere riscosso soltanto in caso in cui il beneficiario abbia un conto corrente, laddove il non trasferibile può essere anche convertito in denaro liquido se il destinatario non possiede un conto.

A cosa serve firmare un assegno non trasferibile

Quando si usa questo tipo di pagamento? In primo luogo la non trasferibilità viene applicata per avere maggiore sicurezza, visto che l’assegno può essere riscosso soltanto da chi può beneficiare della cifra riportata. Se l’assegno verrà perso o danneggiato, non sarà in nessun modo possibile riscuoterlo: questo fattore è molto importante, ma non bisogna sottovalutare anche la questione relativa alle azioni criminose.

Tutti gli utilizzi impropri vengono bloccati, visto che al momento della riscossione bisogna presentare un documento di identità: essendo tutto registrato e nominativo, le azioni illecite vengono scongiurate da questo metodo di pagamento. Sia il beneficiario sia chi emette l’assegno possono avere la sicurezza che il trasferimento di denaro venga fatto nella maniera corretta e che nessuna azione illecita possa essere ricollegata a nessuna delle due figure.

Come funziona un assegno non trasferibile

Bisogna anche capire come funziona l’assegno non trasferibile. Come viene emesso? Il blocchetto degli assegni viene emesso direttamente con la clausola non trasferibile. Chi non vuole avere questo limite deve fare esplicita richiesta alla banca, che fornirà un altro tipo di carnet senza questa dicitura. Per gli importi superiori ai 12.000 euro bisognerà inserire la dicitura non trasferibile, accanto al nominativo del beneficiario, sia esso privato, azienda o impresa.

C’è anche la possibilità di intestare l’assegno a sé stessi, ma al momento dell’operazione bisogna sempre specificare la causale, in modo tale da rendere chiaro il motivo di questa operazione. Nel caso in cui non venisse rispettata la presenza della dicitura non trasferibile, si rischierebbe una sanzione che va dall’1% al 40% dell’importo. Inoltre, l’assegno non trasferibile non ha scadenza, ma è bene rispettare i canonici otto o quindici giorni tra l’emissione e il deposito sul conto. L’assegno si può intascare anche in caso di scadenza della data, ma in mancanza di fondi sul conto non si ha nessun diritto e la cifra verrà automaticamente annullata. Da quel momento l’assegno non avrà più alcun valore.

Articoli Collegati

Bonifico SEPA: Cos’è, Significato e Tempistiche Il Bonifico Sepa o "Single Euro Payments Area", è uno strumento di pagamento in Euro, valido in tutti i Paesi che fanno parte dell’area Sepa, da cui i...
Transferwise: Come Funziona e Vantaggi della Piattaforma per Trasferire Sold... Trasferire denaro all'estero ai nostri giorni è possibile, e i metodi per farlo sono tanti, come affidarsi a banche, poste nazionali oppure il siste...
Come fare un bonifico con Paypal PayPal Holdings, Inc. , meglio nota come Paypal, è una società localizzata a San Jose, il cui core business verte tutto attorno sui servizi di pagamen...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner